Abbattere i consumi dei condizionatori in 5 semplici mosse

Secondo un rapporto dell’Agenzia internazionale dell’energia nel 2050 saranno in funzione circa 5,6 miliardi di condizionatori nel mondo. Significa che triplicherà il fabbisogno energetico degli impianti di climatizzazione, con un consumo elettrico complessivo equivalente a quello odierno di Europa, Stati Uniti e Giappone.

È un costo ambientale enorme che ognuno di noi può contribuire ad abbassare con alcuni, piccoli accorgimenti quotidiano. Si tratta di poche, semplici mosse che non limitano il nostro comfort, contribuendo tra l’altro a farci guadagnare in salute e risparmiare sulla bolletta.

  1. Dotiamoci di un condizionatore di classe A++ con Inverter e potenza commisurata all’ambiente (per una stanza di 20 mq basta un apparecchio che consumi poco meno di 1 Kwh).
  2. Sfruttiamo al meglio tutte le funzioni disponibili. Durante la notte attiviamo alla modalità sleep; di giorno optiamo quanto più possibile per il programma di deumidificazione: spesso è sufficiente per generare una condizione atmosferica ottimale nella stanza.
  3. Facciamo in modo che la differenza tra temperatura interna ed esterna non superi i 5/6 gradi (la temperatura ideale per il benessere fisiologico è compresa tra i 25° e i 27°).
  4. Non disperdiamo l’aria fredda prodotta dal condizionatore: teniamo finestre e porte chiuse e utilizziamo tende e tapparelle per riparare l’ambiente dal calore del sole.
  5. Procediamo a una costante manutenzione e pulizia dei filtri: quando sono sporchi il condizionatore consuma di più e l’aria è più ricca di batteri.

Condividi l'articolo su


Strumenti Heracomm correlati